Anna Maria Tani

Il linguaggio artistico di Anna Maria Tani è concettuale, materico, soggettivo e di forte impatto emotivo. È un linguaggio composito che si sviluppa nel tempo grazie alla formazione completa dell’artista che si cimenta nelle molteplici discipline riuscendo sapientemente a sintetizzare le varie tecniche per approdare a rese espressive uniche e personali.

La pittura diventa per la Tani un mezzo per creare suggestioni, un viaggio in se stessa, nella sua memoria, nei suoi sentimenti, un percorso che trova la sua esplicazione sulla tela che diventa specchio di stati d’animo e riflessioni, supporto che immortala attimi fuggenti di un sentimento.

La capacità narrativa dei suoi quadri si sviluppa grazie alla resa di effetti cromatici rivelatori di una forza espressiva che mette in luce la sua intimità e sensibilità estetica.

La stessa scelta qualitativa dei materiali usati diventa elemento fondante nelle sue opere che si costruiscono attraverso una personale riflessione che si sviluppa nel tempo.

Le pennellate diventano materiche, pastose, dense di colore e cariche di significati, talvolta vengono sostituite da lembi di stoffe strappate che riportano al mondo domestico femminile e si fanno simbolo di strappi dell’anima che la donna riesce a rammentare e ricucire.

Quella di Anna Maria Tani è dunque una produzione concettuale, profonda, mai banale, dove la realtà diventa messaggio visivo immediato. L’oggettività degli elementi tangibili diventa spunto di riflessione e trasfigurazione dell’immagine, e l’elemento “reale” diventa “particolare” in un universo racchiuso dalla tela.

Il suo percorso segue un preciso iter di evoluzione sperimentale che è equilibrato, innovativo e armonioso.

La bellezza estetica delle sue creazioni rimanda sempre a concetti intimi e gli spazi creati diventano spazi mentali che vibrano grazie alla forza esplosiva delle cromie intense e al fascino dei materiali compositi.

Forma, materia e colore si assemblano in un unicum di perfezione e armonico connubio, lasciando l’osservatore incantato di fronte al dipinto dal quale estrapola sempre un suo personale messaggio.

Dr.ssa Monica Ferrarini

Biografia

Nata nel ‘57 a Roma inizia il suo percorso artistico da giovanissima nelle botteghe artigiane al fianco di grandi maestri dove impara a trattare il legno e il metallo. Un breve ma significativo passaggio nel mondo della ceramica, per poi arrivare all’arte incisoria presso l’Associazione Internazionale Incisori Atelier 50 a Roma e presso il Centro Internazionale di Grafica Venezia Viva. Questa formazione completa spiega l’utilizzo anche nella pittura di vari materiali e supporti.

Partecipa a importanti eventi artistici come il Premio d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e la Biennale d’Arte di Roma. Numerose anche le collettive in Italia e all’estero: Berlino, Roma, Milano,Venezia , Lipsia, Buffalo NY, Portogallo, Londra. Da citare anche le partecipazioni a fiere d’arte. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

Citata dalla stampa specializzata vanta inoltre importanti testimonianze di noti critici tra i quali: Paolo Levi, Rossella Pesce, Francesco Miseria, Tiziana Tamburi, Francesco Buttarelli, Mara Ferloni, Antonio Castellana, Claudio Lepri, Umberto Demichelis, Paola Simona Tesio, Gastone Ranieri Indoni.

tani.anna.maria@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...